A 27 anni, Zeinab Rezaie è entrata nella storia diventando la prima donna afgana a correre e finire l’IRONMAN® 70.3® World Championship.

Zeinab è stata l’ultima arrivata dell’Intermountain Healthcare IRONMAN 70.3 World Championship 2022 presentato dalla Utah Sports Commission, completando la gara in 8:28:57, con poco più di un minuto di anticipo sul tempo limite.

Zeinab, nata rifugiata in Iran, è tornata in Afghanistan con la sua famiglia all’età di nove anni, appena due anni dopo che le truppe americane avevano cacciato i talebani.

Sostieni il tuo Mondo Triathlon!
Clicca sul pulsante e dona per sostenere
il sito che ogni giorno parla dello sport che ami

Nonostante vivesse in una società che non accettava donne o ragazze che praticavano sport, Zeinab era determinata a resistere alle avversità.

Ha completato la sua prima maratona nel 2017 e poi ha completato un’ultramaratona a più tappe attraverso 250 km del deserto dei Gobi nel 2018.

Nel febbraio 2020, ha completato l’IRONMAN 70.3 Dubai ed è diventata la prima donna afgana a finire un triathlon del circuito.

Il 28 ottobre Zeinab ha riscritto ancora una volta i libri di storia ed è diventata la prima donna afgana a competere e, infine, finire il Campionato del Mondo IRONMAN 70.3.

Al termine dell’Intermountain Healthcare IRONMAN 70.3 World Championship 2022 presentato dalla Utah Sports Commission, Zeinab ha commentato:

«Non l’ho fatto per me stessa, ma per le donne e le ragazze del mio paese che non hanno i diritti fondamentali, non hanno accesso all’istruzione, non possono lavorare, viaggiare, fare sport. Non solo per le donne del mio Paese, ma anche per le minoranze e tutte le donne nel mondo che non hanno accesso ai loro diritti fondamentali».

Il 28 ottobre 2022 Zeinab Rezaie è stata la prima donna afgana a terminare un Ironman 70.3 World Championship (Foto: Donald Miralle)
Il 28 ottobre 2022 Zeinab Rezaie è stata la prima donna afgana a terminare un Ironman 70.3 World Championship (Foto: Donald Miralle)

Zeinab è stata introdotta al triathlon da Jackie Faye, fondatrice di She Can Tri, quando studiava all’Università americana di Kabul.

L’addestramento in Afghanistan è stato impegnativo: ci sono solo due piscine a Kabul che consentivano l’accesso alle donne, ma erano affollate e costose.

Grazie alla community She Can Tri, Zeinab ha imparato a nuotare frequentando i campi di addestramento e guardando i video di YouTube.

Attualmente residente negli Stati Uniti, Zeinab sta studiando per un Master in Social Entrepreneurship, ma la sua famiglia rimane in Afghanistan.

Zeinab spera di dare l’esempio ad altre donne afghane appassionate di sport, ma che non sanno a chi rivolgersi.

Parlando di come il triathlon ha cambiato la sua vita, Zeinab ha detto:

«In molti modi, ma soprattutto mi ha dato voce per parlare dei diritti fondamentali delle donne, come la libertà di movimento, lo sport, l’istruzione, il lavoro e i viaggi. Molte donne nel mio paese sono private di queste cose».

La triatleta afgana ha completato la frazione di nuoto di 1.9 chilometri presso il Sand Hollow Reservoir in 53’32”; ha poi affrontato l’impegnativo percorso di bici di 90 chilometri attraverso splendidi paesaggi desertici, con 1.003 metri di dislivello e un’indimenticabile salita nello Snow Canyon State Park e nella circostante contea di Washington in un tempo di 4:11:29.

Infine, ha corso la mezza maratona in 3:10:58 nella splendida Red Hills Parkway, arrivando nel centro storico di St. George nel tempo totale di 8:28:57.

Uno degli obiettivi di Zeinab è quello di raccogliere 15.000 dollari per She Can Tri, in modo da permettere a più donne e ragazze di seguire le sue orme; per diventare un sostenitore della sua campagna GoFundMe clicca qui.

Zeinab Rezaie
Zeinab Rezaie

Sostieni il tuo Mondo Triathlon!
Clicca sul pulsante e dona per sostenere
il sito che ogni giorno parla dello sport che ami