Ultimo aggiornamento:
sabato 24 settembre ore 20.20

Alex Zanardi è rimasto coinvolto alle 16.45 di venerdì 19 giugno 2020 in un incidente stradale lungo la statale 146 che da Pienza porta a San Quirico d’Orcia, in provincia di Siena.

Si stava concludendo la tappa di giornata della staffetta paralimpica Obiettivo Tricolore con arrivo a Montalcino.

Dalla ricostruzione si evince che il campionissimo ha perso il controllo del suo mezzo, ha invaso la carreggiata opposta e ha sbattuto violentemente contro un autotreno perdendo il casco.

Portato in elicottero all’ospedale Le Scotte di Siena, l’azzurro è stato sottoposto a un primo delicato intervento neurochirurgico (dalle 19 alle 22).

Al termine dell’intervento è stato portato in reparto di terapia intensiva in prognosi riservata…

Di seguito, l’elenco degli aggiornamenti, in cima i più recenti.

Ultimo aggiornamento:
sabato 24 settembre ore 10.10


ALEX ZANARDI, NUOVO BOLLETTINO DEL SAN RAFFAELE, PROGRESSI SIGNIFICATIVI

L’ospedale San Raffaele ha diramato un nuovo bollettino medico a riguardo delle condizioni cliniche del nostro campionissimo Alex Zanardi.

«Il signor Alex Zanardi, ricoverato dal 24 luglio scorso, sta affrontando un percorso di cure sub-intensive, predisposto da una équipe multidisciplinare coordinata dai professori Luigi Beretta, direttore della Neurorianimazione, Mario Bussi, direttore di Otorinolaringoiatria, Sandro Iannaccone, direttore della Neuroriabilitazione, e Pietro Mortini, direttore della Neurochirurgia. Contemporaneamente è iniziato un ulteriore percorso chirurgico volto alla ricostruzione cranio facciale. Un primo intervento è già stato eseguito con successo, alcuni giorni fa, dal professor Mario Bussi ed è già in programmazione per le prossime settimane, un secondo intervento che sarà eseguito dal professor Pietro Mortini. Inoltre, da diversi giorni Alex Zanardi è sottoposto a sedute di riabilitazione cognitiva e motoria, con somministrazione di stimoli visivi e acustici, ai quali il paziente risponde con transitori e iniziali segni di interazione con l’ambiente. A fronte di questi progressi significativi, i medici ribadiscono, comunque, il permanere di un quadro clinico generale complesso, sulla cui prognosi è assolutamente prematuro sbilanciarsi.»

Alex Zanardi protagonista del film, "A forza di braccia"
Alex Zanardi protagonista del film, “A forza di braccia”

DOTTOR COSTA: “ALEX HA UN FISICO STRAORDINARIO, LO VEDO ALLE OLIMPIADI!”

Dopo tanti giorni di silenzio, arrivano notizie più che confortanti a riguardo delle condizioni del nostro campionissimo Alex Zanardi, ancora ricoverato presso l’Ospedale San Raffaele di Milano.

In un’intervista a La Stampa, il Dottor Costa, suo grande amico, ha rilasciato una dichiarazione che scalda il cuore.

«Ho visto miglioramenti, Alex dà risposte agli stimoli, stringe le dita, gli stanno rieducando la testa. Ha un fisico da fantascienza e una mente straordinaria. Sarò pazzo, ma di sogni non ce ne sono mai abbastanza e io vedo Alex alle prossime Olimpiadi.»

Il Dottor Costa con il suo grande amico Alex Zanardi
Il Dottor Costa con il suo grande amico Alex Zanardi

MIGLIORANO LE CONDIZIONI CLINICHE DI ALEX ZANARDI!

A due mesi dal drammatico incidente del 19 giugno in handbike vicino Siena, l’Ospedale San Raffaele di Milano, presso cui è ricoverato il nostro campionissimo Alex Zanardi, ha rilasciato un comunicato in merito alle sue condizioni.

“Dopo un periodo durante il quale è stato sottoposto a cure intensive in seguito al ricovero del 24 luglio, il paziente ha risposto con miglioramenti clinici significativi. Per questa ragione attualmente è assistito e trattato con cure semi intensive presso l’Unità Operativa di Neurorianimazione, diretta dal professor Luigi Beretta.”

Lunedì 11 maggio per PASSIONE TRIATHLON, Dario Daddo Nardone ha intervistato il suo amico Alex, ecco la chiacchierata:

#alexzanardi #ForzaAlex
#daddocè #mondotriathlon #ioTRIamo ❤️
#triathlon #trilife #fczstyle
#passionetriathlon 🏊🚴🏃💗


LA BMW ALL’EPRIX BERLINO CON #FORZAALEX SUL TELAIO

Dopo il quarto intervento alla testa, le condizioni di Alex Zanardi rimangono stabili.
Il nostro campionissimo rimane ricoverato presso il reparto di terapia intensiva neurochirurgica l’Ospedale San Raffaele di Milano.
Intanto, la “sua” BMW ha annunciato che le vetture di Formula E impegnate nell’EPrix di Berlino in corso di svolgimento gareggeranno con la scritta #ForzaAlex sul telaio.

Le BMW all’EPRIX Berlino gareggeranno con l’hashtag #ForzaAlex disegnato sul telaio

DON’T STOP ME NOW CANTATA PER LUI DAGLI ATLETI PARALIMPICI


Al Gala del Triathlon 2018 il grande Alex Zanardi sul palco insieme a Dario 'daddo' Nardone (Foto: Francesca Soli/PhotoToday)
Al Gala del Triathlon 2018 il grande Alex Zanardi sul palco insieme a Dario ‘daddo’ Nardone (Foto: Francesca Soli/PhotoToday)

ALEX ZANARDI STABILE DOPO LA QUARTA OPERAZIONE

Sabato 25 luglio, presso il San Raffaele di Milano, Alex Zanardi è stato sottoposto a un quarto intervento chirurgico per il trattamento di alcune complicanze tardive dovute al trauma cranico in seguito all’incidente del 19 giugno.

Ecco di seguito il comunicato dell’ospedale:

«In merito alle condizioni cliniche di Alex Zanardi, l’Ospedale San Raffaele comunica che il giorno successivo al trasferimento presso la Terapia Intensiva Neurochirurgica, diretta dal professor Luigi Beretta, il paziente è stato sottoposto a una delicata procedura neurochirurgica eseguita dal professor Pietro Mortini, direttore dell’Unità Operativa di Neurochirurgia, per il trattamento di alcune complicanze tardive dovute al trauma cranico primitivo. Al momento gli accertamenti clinici e radiologici confermano il buon esito delle suddette cure e le attuali condizioni cliniche del paziente, tuttora ricoverato in Terapia Intensiva Neurochirurgica, appaiono stabili.»


ALEX ZANARDI TRASFERITO AL SAN RAFFAELE DI MILANO

«In data odierna, a fronte di intercorsa instabilità delle condizioni cliniche del paziente Alex Zanardi, dopo opportune consultazioni con il Dr. Franco Molteni, Responsabile del Dipartimento di Riabilitazione Specialistica Villa Beretta, struttura afferente all’Ospedale Valduce, dove il paziente era degente dal 21 luglio, e gli specialisti di riferimento, è stato disposto il trasferimento dello stesso, con adeguati mezzi e adeguata assistenza, presso il reparto di Terapia Intensiva dell’Ospedale San Raffaele di Milano.»
– Claudio Zanon, direttore sanitario dell’Ospedale Valduce

Grande, grandissimo Alex Zanardi, campione di sport e di vita (Foto by Gonzalo Arroyo Moreno/Getty Images for IRONMAN)
Grande, grandissimo Alex Zanardi, campione di sport e di vita (Foto by Gonzalo Arroyo Moreno/Getty Images for IRONMAN)

NICCOLÒ ZANARDI: “PAPÀ ALEX NON È PIÙ IN PERICOLO DI VITA”!

«Papà sta bene, un pochino meglio. I medici ci hanno spiegato nei dettagli tutto il percorso che dovrà seguire a Villa Beretta. Ci danno molte notizie e per fortuna positive. Ma la migliore è che oggi siamo già qui, per la riabilitazione, ed è passato soltanto un mese dall’incidente. Papà non è più in pericolo di vita, ed è già molto, ma ha davanti a sé un percorso ancora lunghissimo.»

Queste le parole, che ci riempiono il cuore di gioia, di Niccolò Zanardi, figlio di Alex, all’uscita da Villa Beretta, il Presidio dell’Ospedale Valduce a Costa Masnaga, in provincia di Lecco, dove il Campionissimo è ricoverato per affrontare il suo recupero.

Niccolò ha aggiunto che la forza straordinaria di suo papà gli sta permettendo di avere un recupero molto veloce. Lui e mamma Daniela gli sono stati sempre accanto; e ora possono anche parlargli (mentre era sedato era controindicato), dargli stimoli affettivi.
Niccolò è sicuro, suo padre ce la farà anche questa volta: “la strada è lunghissima, ma finalmente è in discesa”.

Niccolò e Alex Zanardi

Lunedì 21 luglio, ore 13.00, Alex dimesso e trasferito

Da questa mattina Alex Zanardi è a Costa Masnaga, in provincia di Lecco, al centro di riabilitazione di eccellenza Villa Beretta.

La direzione sanitaria dell’Azienda ospedaliero-universitaria Senese comunica che in questi giorni si è concluso il programma di sedo-analgesia al quale era sottoposto l’atleta Alex Zanardi, ricoverato nella UOC Anestesia e Rianimazione DEA e dei Trapianti dallo scorso 19 giugno. Dopo la sospensione della sedazione, la normalità dei parametri cardio-respiratori e metabolici, la stabilità delle condizioni cliniche generali e del quadro neurologico hanno consentito il trasferimento del campione in un centro specialistico di recupero e riabilitazione funzionale. Alex Zanardi è stato quindi trasferito in data odierna in un’altra struttura.

Lunedì 16 luglio, ore 17.00, riduzione della sedazione

Aggiornamento sulle condizioni cliniche di Alex Zanardi del 16 luglio 2020. Il bollettino medico letto dal professor Sabino Scolletta, direttore del Dipartimento Emergenza-Urgenza e dei Trapianti e direttore della UOC Anestesia e Rianimazione DEA e dei trapianti dell’Aou Senese.

Lunedì 6 luglio, ore 17.00, terminata nuova operazione

La direzione sanitaria dell’Azienda ospedaliero-universitaria Senese informa che Alex Zanardi è stato sottoposto ad un nuovo intervento chirurgico, eseguito dai professionisti del maxillo-facciale e della neurochirurgia, volto alla ricostruzione cranio-facciale e alla stabilizzazione delle zone interessate dal trauma riportato in seguito all’incidente del 19 giugno scorso. Nel video, il direttore sanitario Roberto Gusinu e il professor Paolo Gennaro, direttore della Chirurgia Maxillo-Facciale dell’Aou Senese.

Lunedì 29 giugno, nuova operazione

In merito alle condizioni cliniche di Alex Zanardi, ricoverato al policlinico Santa Maria alle Scotte dallo scorso 19 giugno, la direzione sanitaria dell’Azienda ospedaliero-universitaria Senese informa che, nell’ambito delle valutazioni diagnostico-terapeutiche effettuate dall’équipe che ha in cura l’atleta, è stata effettuata una TC di controllo. Tale esame diagnostico ha evidenziato un’evoluzione dello stato del paziente che ha reso necessario il ricorso ad un secondo intervento di neurochirurgia. Dopo l’intervento, durato circa 2 ore e mezza, Alex Zanardi è stato nuovamente ricoverato nel reparto di Terapia intensiva dove resta sedato e intubato: le sue condizioni rimangono stabili dal punto di vista cardio-respiratorio e metabolico, gravi dal punto di vista neurologico, la prognosi rimane riservata. «L’intervento effettuato – dichiara il direttore sanitario dell’Aou Senese Roberto Gusinu – rappresenta uno step che era stato ipotizzato dall’équipe. I nostri professionisti valuteranno giorno per giorno l’evolversi della situazione, in accordo con la famiglia il prossimo bollettino sarà diramato tra circa 24 ore». In video il direttore sanitario dell’Aou Senese, Roberto Gusinu.

Domenica 28 giugno

Termina la staffetta Obiettivo Tricolore a Santa Maria di Leuca!


Giovedì 25 giugno


Mercoledì 24 giugno ore 12.30

Il direttore sanitario dell’ospedale di Siena, Roberto Gusinu, diffonde il bollettino medico di Alex Zanardi: «Tutto rimane stabile e monitorato come nei giorni passati. D’accordo con la famiglia, il prossimo bollettino lo dirameremo quando ci saranno importanti novità.»

Martedì 23 giugno

View this post on Instagram

Forza papà, ti aspetto, torna presto ❤❤

A post shared by Niccolò Zanardi (@niccolo_zanardi) on

In merito alle condizioni cliniche di Alex Zanardi, la direzione sanitaria dell’Azienda ospedaliero-universitaria Senese informa che il paziente ha trascorso anche la quarta notte di degenza nel reparto di terapia intensiva del policlinico Santa Maria alle Scotte di Siena in condizioni di stabilità nei parametri cardio-respiratori e metabolici. Il quadro neurologico resta invariato nella sua gravità. Il paziente rimane sedato, intubato e ventilato meccanicamente. Eventuali riduzioni della sedo-analgesia, per la valutazione dello stato neurologico, verranno prese in considerazione a partire dalla prossima settimana. La prognosi rimane riservata.

Lunedì 22 giugno, ore 11.30

Il direttore sanitario dell’Azienda ospedaliero-universitaria Senese Roberto Gusinu con il bollettino dell’aggiornamento clinico sulle condizioni di Alex Zanardi alle ore 11:30 del 22 giugno.

“Zanardi ha trascorso un’altra notte di stabilità con buoni parametri cardiovascolari, respiratori e metabolici. Ha ancora necessità di essere sedato e attaccato alla macchina, ma siamo molto contenti. Continuiamo il neuromonitoraggio che anche stanotte ha segnato parametri di stabilità, ma serve cautela, il cambiamento potrebbe essere repentino. Nel complesso le condizioni generali restano stabili e noi siamo soddisfatti per questo quadro clinico. Il risveglio? Pensiamo più nei prossimi giorni che nelle prossime ore. Al cervello serve tempo e riposo”
– Sabino Scolletta, direttore della terapia intensiva del policlinico universitario di Siena (Aou Senese)


Nuovo aggiornamento sulle condizioni di Aelx Zanardi dopo la sua seconda notte trascorsa alle Scotte. Parla il professor Sabino Scolletta, direttore dipartimento Emergenza-Urgenza.

“Alex ha passato notte in condizione di stabilità. Resta sedato, intubato e ventilato meccanicamente. Gli scambi respiratori sono soddisfacenti, le condizioni cardio circolatorie sono adeguate. Il quadro neurologico è quello che resta grave, le condizioni fisiche restano stabili. Siamo piuttosto soddisfatti anche se questo non ci consente di escludere possibili evoluzioni o complicanze, pertanto le condizioni cliniche restano a prognosi riservata. Nei prossimi giorni lo valuteremo neurologicamente se le condizioni ce lo permetteranno. Tornerà il campione di prima? Lo speriamo, siamo qui per questo motivo. Ora siamo concentrati sul quadro neurologico. Più passa il tempo e più le condizioni restano stabili, è una buona notizia. Confidiamo nella sua possibilità di recupero, siamo tutti fiduciosi. È un grande atleta e lo ha dimostrato e auspichiamo che questo valga anche in questa situazione così impegnativa.”
– Sabino Scolletta, direttore della terapia intensiva del policlinico universitario di Siena (Aou Senese)


Condizioni stabili dopo la seconda notte passata in terapia intensiva, alle 12.00 atteso un nuovo bollettino medico. Intanto sua moglie Daniela decide di far ripartire la staffetta di Obiettivo Tricolore.


“Nella notte, a partire dalle 22, il quadro clinico si è progressivamente stabilizzato. I parametri sono nella norma. E’ ben adattato al ventilatore meccanico, e questo è un buon segno. Il quadro neurologico è difficile da valutare in queste ore, perché siamo costretti a tenerlo sedato, in coma farmacologico.”
– Sabino Scolletta, direttore della terapia intensiva del policlinico universitario di Siena (Aou Senese)

VIDEO AOU SENESE

Il punto della situazione del direttore della Terapia Intensiva Sabino Scolletta, 24 ore dopo l’incidente ad Alex Zanardi.

VIDEO AOU SENESE

Incidente Alex Zanardi, parla il professor Sabino Scolletta, direttore del Dipartimento di Emergenza Urgenza dell’Aou Senese.

“Al momento le condizioni sono gravi ma stabili, lui è arrivato da noi con questo trauma cranio-facciale importante, con un fracasso facciale e una frattura affondata delle ossa del frontale. Al momento tutti i numeri sono buoni, ovviamente neurologicamente non è valutabile, pur rimanendo la situazione grave. I numeri sono buoni, pur rimanendo una situazione molto grave, è un malato che val la pena di curare. Il quadro neurologico lo vedremo a distanza, quando si sveglierà. I miglioramenti, in questi casi, si vedono nel tempo, i peggioramenti possono essere repentini. Ha fatto una tac subito dopo l’intervento e ora ha un catetere per la misurazione della pressione intracranica. L’intervento è andato come doveva andare, è la situazione iniziale che era tanto grave.”
Dottor Giuseppe Olivieri, direttore della Neurochirurgia del policlinico delle Scotte di Siena (Aou Senese)

VIDEO AOU SENESE

Il dottor Giuseppe Oliveri, direttore della Neurochirurgia dell’Azienda ospedaliero-universitaria Senese, commenta l’intervento effettuato su Alex Zanardi.

Alex Zanardi ha trascorso la notte con a fianco la moglie Daniela, al seguito della carovana della staffetta Obiettivo Tricolore, e il figlio Niccolò. Le sue condizioni rimangono gravi, ma sono stabili.
Alle 10.30 è atteso il nuovo bollettino medico.


“Tecnicamente l’intervento è riuscito, ora speriamo che il suo gran cuore e il suo carattere aiutino Alex in questo momento.”
– Sindaco di Siena Luigi De Mossi

“In merito alle condizioni cliniche di Alex Zanardi, ricoverato in condizioni gravissime al policlinico Santa Maria alle Scotte a causa di un incidente stradale avvenuto in provincia di Siena, la Direzione Sanitaria dell’Aou Senese (Azienda ospedaliero-universitaria Senese) informa che l’intervento neurochirurgico e maxillo-facciale a cui è stato sottoposto l’atleta, a causa del grave trauma cranico riportato, è iniziato poco dopo le 19 e si è concluso poco prima delle 22. Il paziente è stato poi trasferito in terapia intensiva, in prognosi riservata. Le sue condizioni di salute sono gravissime.”
– bollettino medico di venerdì 19 giugno, ore 22.15, dopo l’operazione neurochirurgica


Il bollettino medico del direttore del Pronto Soccorso di Siena, Francesco Giovanni Bova.
VIDEO AOU SENESE

E’ ricoverato in condizioni gravissime al policlinico Santa Maria alle Scotte Alex Zanardi, pilota automobilistico, paraciclista e conduttore televisivo, rimasto coinvolto in un incidente stradale in provincia di Siena. Zanardi è stato trasportato con l’elisoccorso Pegaso ed è atterrato all’ospedale di Siena alle ore 18. E’ stato subito preso in cura dai professionisti del Pronto Soccorso, valutato in shock room e le sue condizioni sono gravissime per il forte trauma cranico riportato ed è al momento sottoposto ad un delicato intervento di neurochirurgia. Le parole di Francesco Giovanni Bova, direttore del Pronto Soccorso di Siena.

“E’ ricoverato in condizioni gravissime al policlinico Santa Maria alle Scotte Alex Zanardi, pilota automobilistico, paraciclista e conduttore televisivo, rimasto coinvolto in un incidente stradale in provincia di Siena. Zanardi è stato trasportato con l’elisoccorso Pegaso ed è atterrato all’ospedale di Siena alle ore 18. E’ stato subito preso in cura dai professionisti del Pronto Soccorso, valutato in shock room e le sue condizioni sono gravissime per il forte trauma cranico riportato ed è al momento sottoposto ad un delicato intervento di neurochirurgia.”
– bollettino clinico, emesso poco prima delle 20 di venerdì 19 giugno. Francesco Giovanni Bova, direttore del Pronto Soccorso di Siena


Incidente Alex Zanardi a Brolio, la polizia municipale: ”Quando è stato portato via respirava”


CIP: CT PARACICLISMO “ZANARDI COSCIENTE DOPO INCIDENTE”
ROMA (ITALPRESS) – “Dall’incidente ai soccorsi sono passati venti
minuti, ma c’e voluto molto per metterlo su, lo assistiva la
moglie. Ma dopo l’incidente parlava. Sull’ambulanza non lo so”. A
Radio Capital Mario Valentini, commissario tecnico della nazionale
di Paraciclismo, racconta cosi l’incidente ad Alex Zanardi. “C’e
un rettilineo lungo, in discesa, al 4%, dicono che si sia
imbarcato e abbia preso un autotreno sul montante davanti – le sue
parole – L’autotreno si e spostato di un metro ma l’ha preso
uguale. Non c’ero, ero staccato. Era una giornata di sole, tutti
contenti, eravamo a 20 km da Montalcino, ci aspettavano tutti…
non ha sbagliato l’autotreno, ha sbagliato Alex, ha imbarcato”.
Stamattina, dice Valentini, Zanardi “era allegro, come sempre.
Sulla salita gli ho fatto vedere l’aranciata, mi ha urlato
‘dammene un po’!’. Si scherzava, e in discesa andava piano, non
era una grande discesa, e poi c’era il rettilineo, all’imbocco
della curva ha cambiato traiettoria. E ha fatto una manovra
azzardata. Ha preso con la leva della pedivella sinistra il
montante dove salgono gli autisti, ha girato due-tre volte, il
casco non ha retto, gli e saltato. C’e voluto per far arrivare
l’elicottero, siamo in mezzo a un bosco e hanno dovuto spostarlo”.
Secondo Valentini “ciclisticamente è finito, l’incidente è in
testa, ma lui ha sette spiriti come i gatti”.
(ITALPRESS).
glb/com
19-Giu-20 19:18



Il campione bolognese si trovava in Val d’Orcia, lungo la statale 146, quando ha subito l’incidente. Da quanto si è appreso è coinvolto un mezzo pesante. Sul posto è intervenuto l’elisoccorso per trasferirlo all’ospedale Le Scotte di Siena.

Secondo le prime ricostruzioni l’incidente sarebbe avvenuto in discesa, Zanardi avrebbe perso il controllo del mezzo e invaso la corsia opposta, riportando un trauma multiplo.

A dare l’allarme, sempre secondo le prime informazioni, sono stati gli atleti che con Zanardi stavano partecipando alla staffetta. Sul posto intervenuti insieme ai soccorsi, carabinieri, polizia municipale dell’Amiata-Valdorcia e anche i vigili del fuoco.